Progetti

  • Nuotare - bambina

    Motricità globale e manuale: elementi per un razionale dell’intervento riabilitativo

    Marina Rodocanachi – Istututo Don Carlo Gnocchi, Milano Premesse: Nel guardare alcune foto di bambine affette da Sindrome di Rett intente a svolgere, guidate dai terpisti o dalle famiglie, attività coinvolgenti e piacevoli, viene da chiedersi in che cosa il movimento si differenzi così grandemente dalla motricità delle loro coetanee.

  • Family project

    Empowerment delle famiglie

    Edvige Veneselli – UO e Cattedra di Neuropsichiatria Infantile, Istituto G. Gaslini, Genova   Il movimento culturale che ha per obiettivo l’empowerment delle famiglie si propone di valorizzare e facilitare l’utilizzo da parte dei genitori stessi delle risorse necessarie per riconoscere i bisogni e per mettere in atto i cambiamenti.

  • cellule cerebrali

    Bande frequenziali e correlazione tra aree cerebrali nel potenziamento cognitivo nella sindrome di Rett

    Alcuni studi hanno utilizzato la tecnologia eye tracker nella SR per l’osservazione della capacità di scelta e di riconoscimento di concetti di colore, forma, dimensioni e orientamento spaziale (Baptista et al., 2006; De Lima Velloso et al., 2009). Recenti studi in soggetti con SR (Vignoli et al., 2010) hanno dimostrato

  • E.coli

    Valutazione preclinica di una proteina prodotta dall’Escherichia coli come approccio terapeutico innovativo per la sindrome di Rett

    In uno studio recente, abbiamo riportato che la somministrazione di una tossina di derivazione batterica, per brevità denominata CNF1, migliorava in maniera evidente alcune delle alterazioni comportamentali osservabili in topi transgenici, modello per la sindrome di Rett. Il CNF1 è risultato anche in grado di contrastare alcune anomalie morfologiche nel

  • neuroni

    Progetto di ricerca “Studio delle cause dei difetti di comunicazioni fra le cellule nervose in pazienti con la Sindrome di Rett”

    Questo studio ha come obiettivo la comprensione delle cause e le modalità che portano al malfunzionamento di piccole strutture, spine dendritiche, distribuite sui neuroni proprio nelle regioni (sinapsi) in cui le cellule nervose si avvicinano per comunicare tra di loro. Nella Sindrome di Rett questo malfunzionamento ha una fase reversibile

  • scuola e formazione

    Ipotesi formative per l’anno scolastico 2012-2013

    Corso di formazione on-line Obiettivi Fornire a genitori, terapisti ed insegnanti di diverso ordine e grado gli strumenti teorici e pratici per poter lavorare con bambine con Sindrome di Rett ed utilizzare sistemi di comunicazione Alternativi al fine di falicitarle nelle interazioni quotidiane e nella comunicazione dei loro bisogni e

  • ambulatorio per osservazioni motorie ristrutturato

    Day hospital riabilitativo integrato e miglioramento della qualità di vita nella Sindrome di Rett

    Sintesi del primo ciclo di valutazione del progetto di day hospital riabilitativo per 36 bambine/ragazze affette da Sindrome di Rett presso il Centro Don Calabria di Milano. Dott.ssa Marina Rodocanachi, Istituto Don Calabria, Milano Prosegue a Milano, all’Istituto Don Calabria, il progetto “Approccio riabilitativo integrato e miglioramento della qualità di