Tanti artisti ed un unico scopo: la Solidarietà.

Martedi 19 aprile presso l’Aula Magna “Guido Bossi”
della Facoltà di Ingegneria di Ancona, alle ore 21,15
,

Spettacolo & Solidarietà si prenderanno per mano e daranno vita a
“Restituiamo loro le Ali”.

Manifesto webSarà una serata di Musica, Parole e Simpatia per le bimbe dagli “occhi belli” così racconta Cristiana Mantovani, responsabile delle Pubbliche Relazioni di AIRETT Associazione Italiana Sindrome di Rett, che ha voluto fortemente organizzare l’evento. “Una serata che avrà due motivi: gli Occhi e le Ali. Gli Occhi per chiederci aiuto dal momento che le nostre bimbe nascendo assolutamente sane, dai 18 mesi iniziano a perdere le loro abilità fino a non camminare più, a non poter usare più le mani in modo finalizzato e a non poter più parlare. Gli Occhi dunque restano l’unico modo di esprimere le loro emozioni. E le Ali, da sempre simbolo di chi vuole volare. Far volare le nostre bambine abbracciate da un sorriso diventa giorno dopo giorno il nostro desiderio. Per questo motivo: “Restituiamo loro le Ali”: due ore di spettacolo per un progetto che vale una vita.”

Cos’è l’AIRETT? L’Associazione Italiana Sindrome di Rett, è costituita da genitori di bambine e ragazze affette dalla Sindrome di Rett. Da 25 anni AIRETT, la cui presidente è attualmente Lucia Dovigo, ha tra i suoi obiettivi la promozione e il finanziamento della ricerca genetica per arrivare quanto prima a una cura della malattia, e la ricerca clinica e riabilitativa per individuare soluzioni alle numerose problematiche che un soggetto affetto da Sindrome di Rett si trova quotidianamente a dover affrontare. Inoltre l’Associazione supporta, anche a livello internazionale, la formazione di medici e terapisti presso centri all’avanguardia per la Sindrome di Rett.

Testimonial della serata, sarà l’attore, Max Pisu, che ha accettato volentieri di raggiungere Ancona per partecipare a “Restituiamo loro le Ali”. A tal proposito, interviene Cristiana Mantovani, voglio aggiungere anche se lui non vuole che se ne parli, l’enorme supporto che Massimo Pisu ci ha dato fin da quando ha conosciuto me e l’Associazione restando al nostro fianco con disponibilità e affetto. Un amico importante perché importante il suo contributo spesso silenzioso.

Pagina 2 - 3Max, però, non sarà l’unico passeggero che salirà su questo nostro transatlantico chiamato solidarietà. Infatti, quando è nato il pensiero per questo spettacolo, ho pensato immediatamente ai miei amici del gruppo musicale anconetano “QUT!” da sempre impegnati nel sociale con l’Associazione “La Musica può fare”. Ho chiesto la loro partecipazione ma sopratutto il loro supporto per l’organizzazione. Oltre ai Qut, ci saranno altre importanti esibizioni: l’Orchestra dell’Accademia Musicale di Ancona diretta dal Maestro Giacomo Molinelli, la Soprano Claudia Carletti e il cantante Fabrizio Fasciani che ha inciso la canzone “Occhi che cantano”, ormai inno dell’ AIRETT. Anche Fabrizio è ormai entrato nella rosa speciale degli artisti “amici” di AIRETT. La serata, ovviamente, avrà un filo conduttore e per questo motivo sarà presentata da due artisti anconetani, Susanna Amicucci e Sabino Morra.” Un filo molto speciale che ci ha fatto incontrare tutti…

Insomma, sarà sicuramente una serata piena di emozioni ma, anche di…musica, sorrisi e grandi parole.
Martedi 19 aprile, all’interno dell’Aula Magna “Guido Bossi” della Facoltà Ingegneria di Ancona, ci saranno due grandi mani che si stringeranno, quelle dello Spettacolo e della Solidarietà, ed un unico grande cuore….quello dell’AIRETT.

Il costo del biglietto sarà di 10 euro. Il ricavato della serata, come già detto, sarà devoluto all’AIRETT per il progetto: per le bambine dagli occhi belli “Comunicare è Volare”.

Tra le persone da ringraziare l’Assessore alla Cultura del Comune di Ancona, Paolo Marasca, e l’Amministrazione comunale che si sono resi disponibili sin dalle prime fasi organizzative dell’evento.