• Idrochinesiologia: esperienza terapeutica altamente integrante

    Convegno Lido di Camaiore 11 e 12 giugno 2005 L’acqua come elemento che facilita il movimento, la relazione con il terapista e l’acquisizione della consapevolezza di sé e del proprio corpo: tre casi dimostrano come l’idroterapia sia un trattamento fondamentale nella cura della malattia Con questa relazione cercherò di seguire il filo conduttore del costrutto […]

    Leggi altro
  • Con te per scoprire il mondo

    Congresso Livorno 2004 Il senso dell’accompagnare l’altro Busellato Lucia, insegnante e pscicomotricista Tra i tanti bambini che ho incontrato nello svolgimento della Pratica Psicomotoria, Sofia è la prima bambina che si colloca all’interno del quadro della sindrome di Rett. Ho conosciuto Sofia quando la mamma mi parlò di alcune difficoltà che viveva la sua bambina. […]

    Leggi altro
  • In piscina con Giorgia

    Congresso Livorno 2004 Quest’anno in piscina con Giorgia è stato un anno particolarmente proficuo: di consolidamento delle precedenti esperienze, di sperimentazioni, di nuove collaborazioni e soprattutto di grande serenità. Giorgia, che io seguivo già da un anno in piscina, nella stagione autunnale aveva incominciato un’esperienza simile con un nuovo terapista che ha apportato novità nel […]

    Leggi altro
  • L’esperienza in acqua con Rachele

    Congresso Livorno 2004 Non è facile rendere a parole ciò che è la mia esperienza con Rachele ma sicuramente è una delle parti più belle della mia vita. Questo non è un eufemismo ma la pura verità, ho conosciuto Rachele in uno dei periodi più brutti della mia vita privata e quello che ho ricevuto […]

    Leggi altro
  • Viaggio nell’acqua con Carolina e Sara

    Congresso Livorno 2004 Silvia Guizzardi, Istruttrice Nuoto Mi chiamo Silvia Guizzardi, sono istruttrice ISEF (Istituto Superiore Educazione Fisica) e FIN (Federazione Italiana Nuoto). Carolina è una bambina di 8 anni, la seguo da 4 anni, nell’estate del 2002 abbiamo iniziato il nostro viaggio nell’acqua, ripreso nell’estate del 2003 e poi finalmente con la nascita del […]

    Leggi altro
  • La consulenza fisioterapica

    Congresso Livorno 2004 Ho incontrato la prima bambina con sindrome di Rett, che chiamerò Aba, nel 1980; in quegli anni si sapeva ben poco su cosa fosse la sindrome di Rett e su come si manifestasse. Mi ero da pochi anni diplomata come terapista della riabilitazione, erano anni in cui la riabilitazione, in generale, aveva […]

    Leggi altro
  • Il cavallo, un terapista speciale

    Congresso Livorno 2004 Nell’ambito delle attività svolte presso il nostro centro, l’Associazione Sportiva L’Unicorno, ho avuto modo di operare con alcune bambine colpite della Sindrome di Rett. Le esperienze umane e professionali ricavate sono moltissime, ritengo però più utile al lettore una rassegna schematica delle attività svolte e dei mezzi utilizzati, rinunciando ove possibile al […]

    Leggi altro
  • Rieducazione neuromotoria. Un approccio riabilitativo

    Congresso Livorno 2004 L'handicap più significativo è l'aprassia, cioè la decisione di svolgere un'azione, ma l'incapacità di metterla in pratica. Il 75% impara a camminare. Metà di queste bambine perde tale abilità in seguito. L'80% soffre di attacchi convulsivi. Hanno occhi intensi e comunicativi. Sembra che capiscano più di quello che sanno esprimere. Alcune piangono […]

    Leggi altro
  • Abilità grosso motorie: il potere delle aspettative, delle motivazioni, della pianificazione

    Congresso Livorno 2004 Gunilla Larsson, Ingegerd Witt Engerström – Il Centro Rett A Frösön, Svezia Il compito più importante per il fisioterapista del centro Rett svedese è il documentare e il riferire cure di successo. Tale documentazione dimostra la possibilità di riguadagnare la funzionalità, ottenere variazioni ed evitare contratture per molti anni. Sono essenziali una […]

    Leggi altro
  • Musicoterapia: un linguaggio universale

    Congresso Livorno 2004 Osservando le bambine Rett, mi rendo subito conto del loro desiderio di espressività visiva, un desiderio a volte non capito. I grandi occhi che si spalancano al suono di ritmi binari suonati con tamburi e cembali, mi fanno capire quanto è importante il loro bisogno di equilibrio mancante per una forza maggiore […]

    Leggi altro